1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse Ue deboli dopo annuncio referendum in Crimea. A Piazza Affari ancora scambi boom su Mps

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse europee tornano a guardare le tensioni in Ucraina dopo che il Parlamento della Crimea ha approvato all’unanimità la mozione sull’annessione alla Russia e ha convocato un referendum per domenica 16 marzo. La mozione proporrà ai cittadini di tornare alla Costituzione del 1992 e le autorità della Crimea si sono dette pronte ad adottare il rublo come moneta nazionale. Il referendum potrebbe sancire di fatto lo smembramento dell’Ucraina e la notizia è arrivata inaspettata a Bruxelles, dove i leader europei erano riuniti in un vertice di emergenza proprio sull’Ucraina.

Oltre alle notizie arrivate dalla Crimea, sui mercati si respira un clima di attesa prima dei dati di febbraio sul mercato del lavoro statunitense (non farm payrolls e disoccupazione). Nell’attesa a Francoforte il Dax cede circa l’1% a 9.455 punti, a Parigi il Cac 40 arretra dello 0,30% a 4.405 punti, a Madrid l’Ibex 35 lascia sul parterre lo 0,10% a 10.290 punti e a Londra il Ftse 100 mostra un ribasso dello 0,50% a 6.760 punti. Debole anche Piazza Affari con l’indice Ftse Mib che cede lo 0,20% in area 20.800 punti, comunque sui livelli più alti da circa due anni e mezzo.

A Piazza Affari rimane sotto i riflettori il Montepaschi sul quale sono ancora vorticosi gli scambi. Questa mattina sono già passate di mano oltre 300 milioni di azioni del Monte, mentre ieri è stato scambiato in Borsa il 15,5% del capitale della banca senese (record assoluto) dopo il 12,5% scambiato nella seduta di mercoledì, quando il titolo aveva mostrato un progresso di circa 20 punti percentuali.
 
Ieri la Fondazione Mps ha ceduto sul mercato l’1,5% limando la sua quota di maggioranza a circa il 30 per cento. La Fondazione ha però smentito la cessione dell’8% di Mps all’hedge fund statunitense Och Ziff, ipotesi che era stata ventilata da Il Sole 24 Ore. Tra gli investitori restano comunque alte le aspettative di un cambio di assetti nel capitale di Rocca Salimbeni. E così a Piazza Affari il titolo Montepaschi mostra un rialzo di oltre il 2,5% in area 0,22 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.