1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse rimbalzano su allentamento tensioni Ucraina-Russia dopo incontro a Berlino. Come muoversi nei prossimi giorni?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Rimbalzo delle Borse europee, compresa Piazza Affari, dopo i recenti ribassi. I principali listini del Vecchio continente avanzano in territorio positivo, dopo il calo di venerdì scorso innescato dalle tensioni geopolitiche, che però non ha impedito di archiviare una settimana positiva, con il maggior rialzo da un mese. A metà mattina, l’indice Dax di Francoforte segna un progresso di oltre 1 punto percentuale, così come il Cac40 di Parigi. Meno movimentata la Borsa di Londra, dove l’indice FTse sale dello 0,60%. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,90% dopo il lungo ponte festivo.
A sostenere gli scambi è l’allentamento delle tensioni tra Ucraina e Russia, con l’incontro a Berlino. I ministri degli Affari esteri di Ucraina, Russia, Germania e Francia si sono dati appuntamento ieri a Berlino per discutere delle problematiche relative alla crisi ucraina e degli sforzi internazionali per assistere il Paese. In particolare, i ministri si sono confrontati sulla possibile fine delle ostilità, sul controllo dei confini, sugli aiuti umanitari nella regione sudorientale del Paese e sulla creazione delle condizioni per avviare una soluzione politica. “Qualche progresso è stato fatto su tutte queste questioni”, si legge nella nota diffusa dal ministro russo, Sergey Lavrov, precisando che sono stati stretti alcuni accordi per continuare il dialogo.
Nonostante l’allentamento delle tensioni, l’aspetto che potrebbe anche nei prossimi giorni innervosire i mercati resta senz’altro quello geopolitico. “Il trader – scrive oggi Davide Marone, analista di Fxcm, nella sua Daily FX – è quindi chiamato a inserire strutturalmente tale elemento di imprevedibilità nella sua gestione del rischio di mercato, ponderando l’esposizione a mercato e non essendo avulso all’utilizzo di uno strumento di protezione cruciale quale lo stop loss, la cui mancata immissione in casi come questi può essere perfino deleteria per il proprio conto di trading”.
Per la settimana che si apre oggi però torneranno in primo piano i temi d’Oltreoceano. In particolare si inaugurerà il Simposio di Jackson Hole il cui tema ufficiale sarà il ” Re-Evaluating Labour Market Dynamic”, ovvero lo studio della dinamica del mercato del lavoro che appare essere un tema cruciale per le banche centrali, come hanno dimostrato le scorse comunicazioni provenienti dalla Bank of England estremamente focalizzate sul contrarsi della crescita dei salari. “Mrs Yellen a questo proposito verosimilmente continuerà ad offrire in un certo qual modo supporto alla view di “sotto utilizzazione delle risorse potenziali del mercato del lavoro Usa” e che quindi non avanzerà nessun tipo di valutazione hawkish”, prosegue Marone. Le minute della Fed di mercoledì prossimo potranno offrire qualche elemento di valutazione. A queste ultime si affiancheranno quelle della Bank of England che pure non ci offriranno grandi elementi di novità circa l’unanimità dei voti sul mantenimento delle aspettative ancorate ad un rialzo dei tassi non anticipabile al primo trimestre del 2015.