1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse positive in tutta Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse mantengono il segno più in vista della chiusura di una giornata vissuta costantemente in territorio positivo. In rialzo, pur se con variazioni contenute, anche gli indici newyorkesi dopo circa un’ora dall’apertura. Anche sulle Borse del Vecchio continente si respirano le attese di nuovi tagli ai tassi d’interesse che la Federal Reserve potrebbe varare nella serata di domani e che secondo il consenso di mercato dovrebbero essere pari al mezzo punto percentuale.


Sono state le nuove evidenze delle pessime condizioni dell’economia americana a far crescere le possibilità che la Fed proceda a una nuova manovra espansiva. Le attese per un taglio si sono infatti rafforzate dopo la diffusione ieri di dati immobiliari decisamente peggiori delle attese. Le vendite di nuove case sono scese del 4,7% in dicembre, portando il saldo dell’intero 2007 a -26,4%. Ancora più importante i prezzi sono scesi in dicembre del 10%. Si tratta di una caduta che non si vedeva da 37 anni.

Oggi invece i listini sono restati sostanzialmente apatici di fronte a dati Usa di tutt’altra natura. Gli ordini di beni durevoli sono saliti in dicembre del 5,2%, nettamente al di sopra delle attese, e la fiducia dei consumatori statunitensi si è mostrata migliore di quanto preventivato, con l’indice elaborato dal Conference Board che si è attestato a 87,9 punti.


Nel momento in cui si scrive il Cac40 di Parigi e lo Smi di Zurigo guadagnano l’1,3%, il Dax tedesco lo 0,78% e il Ftse londinese lo 0,98 per cento. A Milano il Mibtel segna un +0,89% a 26088 punti, mentre l’S&P/Mib guadagna lo 0,50% a 34406 punti. A livello europeo balzano risorse di base, chimici e industriali. Un copione rispettato anche nel nostro Paese. Dove tra le blue chip i rialzi maggiori sono per i petroliferi Tenaris e Saipem, per Fiat, che ha anche riguadagnato quota 16 euro, e per Impregilo.