1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse: Pavia, petrolio e assenza di temi alla base delle vendite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari naviga sui minimi di seduta a metà mattinata, con l’S&P/Mib che scende dello 0,72% a quota 38.211 punti, suppur tra volumi non elevati. “Le vendite in mattinata sono stata innescate dai titoli petroliferi, che vanno male dopo la chiusura negativa del petrolio a New York nella serata di ieri” ha commentato il responsabile della gestione dei fondi flessibili di Ersel Tommaso Pavia. “Le vendite poi si sono spalmate un po’ su tutti i settori, probabilmente perché si sono un po’ affievoliti i temi speculativi che guidano i rialzi in Europa da inizio dell’anno, soprattutto per ciò che riguarda le fusioni e acquisizioni nei settori finanziario ed energetico. In assenza di notizie nuove infatti i mercati europei, che hanno corso molto da inizio dell’anno, sono più propensi a stornare che non a salire ancora”. “Per la seduta odierna gli occhi sono comunque tutti puintati su Wall Street: se l’apertura fosse positiva probabilmente l’Europa, e quindi anche Piazza Affari, riprenderanno un po’ vigore; in caso contrario (tenere d’occhio quota 1.295 punti S&P 500) la seduta dovrebbe chiudersi male”.