1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Borse: Lehman Brothers, la bolla cinese potrebbe scoppiare ma non sarà troppo tragica – 1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sì, tutto fa pensare che quella cinese sia proprio una bolla che – Alan Greenspan ha avvisato tutti per tempo – prima o poi scoppierà. Ma se e quando ciò dovesse accadere le conseguenze non dovrebbero essere così tragiche, per lo meno non come quanto accadde con la bubble tecnologica del 2000. E’ quanto ritiene Ian Scott, strategist di Lehman Brothers, il quale, in altre parole, non pensa che una correzione del mercato cinese possa comportare un cambio di scena orso al posto del toro su tutte le Borse in maniera netta e generalizzata. E non per un motivo, ma per ben cinque. Innanzitutto, per l’esperto della casa d’affari americana “la scala del problema è decisamente più ridotta. La capitalizzazione di mercato della Cina è pari al 7% circa del totale a livello globale e, se si considerano tutte le possibili concatenazioni si arriva al massimo ad una percentuale del 28%. Nel 2000, invece, il fenomeno dei tmt riguardava il 39% della capitalizzazione mondiale”, spiega Scott nel report pubblicato quest’oggi