1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse incerte, nonostante rimbalzo delle banche. Piazza Affari tenta di reagire

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
borse, piazza affariLe principali Borse europee si muovono incerte. Dopo una partenza in moderato rialzo, i listini del Vecchio continente virato a metà mattina in territorio negativo, ma per la prima volta nella settimana non sono le banche a pesare sugli scambi. Il comparto bancario è infatti uno dei pochi in rialzo, con l’indice settoriale Euro Stoxx Banks che segna un +1,7 per cento. A frenare gli entusiasmi è invece il settore automobilistico, con lo Stoxx Europe 600 Automobiles & Parts in ribasso di quasi 2 punti percentuali. In questo quadro Francoforte scivola dello 0,16%, mentre Parigi cede lo 0,60%. Piatta Londra con un -0,07%. Salvo inversioni di tendenza, le Borse europee si apprestano a inanellare una terza seduta di ribassi. A Milano, invece, Piazza Affari tenta di reagire rimanendo sopra la parità, con l’indice Ftse Mib che segna un +0,36% muovendosi in area 16.156 punti. 
Banche tentano il rimbalzo, grazie alle trimestrali. Male comparto auto
Grazie ai buoni risultati trimestrali di ING (leggi QUI), Société Générale (leggi QUI) e Crédit Agricole, le banche avanzano sui listini del Vecchio continente, recuperando un po’ di terreno dopo le vendite dei giorni scorsi. L’azione ING avanza di quasi il 6% ad Amsterdam, quella di Hsbc del 4% a Londra, mentre Crédit Agricole e SocGen guadagnano tra l’1 e il 2 per cento a Parigi. Bene anche le banche di Piazza Affari, con Mps che reagisce mostrando un +2%, dopo il -10% di ieri. 
A pesare sugli scambi sono invece i titoli dell’auto, con Fiat Chrysler Automobiles tra i peggiori dell’indice Ftse Mib (-1,5%), dopo le vendite inferiori alle attese negli Stati Uniti. Male anche la tedesca Continental che è arrivata a lasciare sul parterre a Francoforte oltre 3 punti percentuali, nonostante l’aggiustamento delle previsioni sugli utili, per poi limitare le perdite a un -1,5%.