1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse: Fugnoli, l’appuntamento con una vera rottura al rialzo è rinviato al 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Meglio guardarsi ancora alle spalle sui mercati azionari. E’ il suggerimento che lancia Alessandro Fugnoli, strategist di Abaxbank nel suo consueto report settimanale. “Per qualche giorno i mercati hanno vissuto nell’illusione che, superata la crisi finanziaria grazie al pronto intervento della Fed, restasse solo una banale superficiale recessione vecchio stile, da attraversare armandosi di pazienza e cominciando anzi a pensare alla ripresa prossima ventura”, esordisce l’economista, facendo notare che “l’avere sventato una crisi acuta di possibili proporzioni molto serie è molto positivo, ma la situazione di fondo resta comunque estremamente complessa e difficile”. “La notte è ancora lunga e piena di insidie e quando a un certo punto del 2009 vedremo l’alba difficilmente si tratterà di qualcosa di spettacolare”, avverte Fugnoli. Operativamente a suo avviso gli investitori avranno poco spazio di movimento per l’azionario sia quest’anno sia il prossimo. Il motivo? “Le pulsioni rialziste – spiega l’economista – dovranno invece confrontarsi con il perdurare del credit crunch. Tanto che il calvario di molte banche continuerà anche nel 2009. Inoltre la ripresa sarà lenta e debole, come conseguenza del credit crunch perdurante e del rallentamento europeo”. Osservazioni che lo portano a un verdetto senza appello: “L’appuntamento con una vera rottura al rialzo dei mercati azionari è rinviato, se tutto andrà bene, al 2010”.