1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee sotto la parità, due velocità per SocGen e Credit Suisse

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee all’insegna della prudenza alla vigilia della pubblicazione dell’aggiornamento sul mercato del lavoro statunitense e in attesa di conoscere il prossimo presidente statunitense. Andamento speculare per Cac40 (-0,07%) e Ibex (+0,07%) che si sono rispettivamente fermati a 4.411,68 e 8.879,9 mentre il Dax è sceso dello 0,43% a 10.325,88 punti.

La performance peggiore è stata registrata a Londra dover il Ftse100 ha segnato un -0,8% a 6.790,51. Nel confermare il costo del denaro al minimo storico dello 0,25%, la Bank of England ha alzato la view 2017 sulla crescita dei prezzi al consumo (dal 2 al 2,7 per cento) e del Pil (dallo 0,8 all’1,4%). Dal fronte Brexit, l’Alta Corte britannica ha stabilito che l’esecutivo necessita del via libera del parlamento per avviare l’articolo 50. Il governo presenterà appello.

A livello di singole performance spicca il +5,51% di Société Générale grazia a un utile trimestrale di 1,1 miliardi (consenso 922 milioni) e il -7,09% del Credit Suisse che, nel terzo trimestre, ha visto il risultato netto attestarsi a 41 milioni di franchi, un terzo rispetto alle stime.

Per quanto riguarda i dati macro, nella prima parte sono arrivati i numeri su Pmi servizi britannico, salito più delle stime a 54,5 punti, e tasso di disoccupazione di Eurolandia, confermatosi al 10%. Nella seconda, peggio del consenso le nuove richieste di sussidio (265 mila) e l’ISM servizi (54,8 punti) mentre indicazioni positive sono arrivate dagli ordini alle fabbriche (+0,3% mensile).