1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee sopra la parità, rosso del 4% per Volkswagen

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In attesa della stima Adp sull’andamento del mercato del lavoro statunitense a novembre e dell’intervento del n.1 della Fed Janet Yellen, i listini europei scambiano di poco sopra la parità. Alla vigilia del meeting della Bce, il Dax e l’Ibex non fanno registrare variazioni, il Cac40 sale dello 0,2% a il Ftse100 segna un +0,6%.

Indicazioni deludenti per l’economia di Eurolandia, e quindi positive per i listini, nel corso della mattina sono arrivate dai dati macro relativi l’andamento dei prezzi al consumo (in vista delle nuove misure di stimolo che domani potrebbero essere annunciate da Mario Draghi vale il “bad news is good news”: aggiornamenti macroeconomici negativi rappresentano buone notizie per le piazze finanziarie).

Nel mese di novembre l’indice dei prezzi al consumo, in versione preliminare, ha registrato un incremento annuo dello 0,1%, un dato in linea con la rilevazione precedente ma inferiore allo 0,2% del consenso. In particolare evidenza l’andamento dell’indice “core”, quello calcolato al netto delle componenti più volatili, che il mese scorso si è riportato ai livelli di settembre segnando un +0,9%, contro il +1,1% di ottobre.

A livello di singole performance spicca il -4,1% di Volkswagen all’indomani della bocciatura a “BBB+” da parte di Standard & Poor’s Ratings Services (outlook negativo). La casa di Wolfsburg avrebbe raggiunto un accordo con 13 differenti banche per un prestito ponte da 20 miliardi di euro per far fronte ai corsi derivanti dallo scandalo dieselgate. Diverse agenzie riportano invece la notizia secondo cui la Guardia di Finanza di Padova starebbe eseguendo perquisizioni nella sede della Porsche Italia a Padova.