1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee sopra la parità nell’ultima seduta dell’ottava

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In attesa di nuovi stimoli monetari da parte della Bank of England, segno più per le borse europee nell’ultima seduta dell’ottava post-Brexit. “Il governatore della Bank of England, Mark Carney, ha aperto alla prospettive di un taglio dei tassi di interesse a breve alla luce del voto sulla Brexit”, riporta una nota di Saxo Bank Italia.

“Carney ha sfruttato il suo intervento pubblico ad una settimana dal rederendum Brexit per rassicurare società ed investitori: il piano di emergenza organizzato dalla BoE sta ‘funzionando bene’ e la banca centrale inglese sta prendendo in considerazione altre misure per salvaguardare la stabilità finanziaria del Paese”.

A Londra il Ftse100 segna un incremento di mezzo punto percentuale, Dax e Cac40 salgono dello 0,4% e l’Ibex guadagna lo 0,7%. Il listino della City beneficia anche della buona intonazione dei titoli legati alle materie prime: +2,55% per Fresnillo in scia del balzo dei prezzi dell’argento (saliti oggi ai massimi da 22 mesi a 19,290 dollari l’oncia), +3,18% di ArcelorMittal e +0,44% di Rio Tinto.

Lettera per BHP Billiton (-1,77%) dopo che un tribunale brasiliano avrebbe confermato la condanna al pagamento di una multa da 6 miliardi per responsabilità nel disastro ambientale di Bento Rodrigues, il peggiore della storia del Paese.

A Parigi Kering guadagna il 2,37% nel giorno in cui JP Morgan ha promosso il titolo a “overweight” mentre sul listino tedesco Hugo Boss arretra del 3,1% dopo che l’istituto newyorkese ha ridotto il prezzo obiettivo.