1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee sopra la parità, balzo da record per il Brent dopo il taglio dell’Opec

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in crescendo per i listini europei nel giorno del tanto atteso meeting dell’Opec. A Londra il Ftse100 ha terminato in rialzo dello 0,17% a 6.783,79 mentre il tedesco Dax si è fermato a 10.640,30, lo 0,19% in più rispetto al dato precedente. Incremento di un quarto di punto percentuale per l’Ibex (+0,24% a 8.688,2) e +0,59% del Cac40 a 4.578,34.

A Londra Royal Bank of Scotland ha chiuso in rosso di due punti percentuali (-1,98%) dopo che gli stress test indetti dalla Bank of England hanno decretato la necessità di incrementare la dotazione di capitale di almeno 2 miliardi di sterline.

“Inadeguatezze di capitale” sono state registrate anche per Barclays (+0,75%) e Standard Chartered (-0,46%). Ma, visto che la prima ha già annunciato provvedimenti per rafforzare la dotazione di capitale e la seconda li sta già mettendo in campo, “il board della PRA non intende chiedere di presentare una revisione del piano patrimoniale”.

Seduta all’insegna degli acquisti per il Brent (+8,81% a 51,49 $/barile) dopo che il Cartello ha decretato una diminuzione dell’output di 1,2 a 32,5 milioni di barili al giorno. Si tratta della prima riduzione in otto anni. La mossa è in linea con gli accordi presi nel meeting informale che si è tenuto a settembre ad Algeri ma risulta maggiore dei -700 mila barili stimati dagli analisti di Commerzbank.