Borse europee positive nonostante il tonfo di Tokyo, bene Piazza Affari

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 27/05/2013 - 09:43

Apertura positiva per le borse europee nonostante il nuovo tonfo per la piazza finanziaria di Tokyo. L'indice Nikkei questa mattina ha chiuso una seduta estremamente volatile in flessione del 3,22% a 14.142,65 punti, in scia alle parole del governatore della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda, secondo cui i movimenti attuali nei mercati non riflettono "aspettative eccessivamente rialziste" dopo la massiccia iniezione di liquidità dell'istituto centrale ad aprile per combattere la deflazione. Kuroda ha inoltre chiesto alle banche una maggiore aggressività nella concessione dei prestiti. Per il numero uno della BoJ infatti è fondamentale che si attui uno spostamento degli investimenti dai sicuri titoli di Stato ad attività più rischiose, come titoli e prestiti.

Così, in una seduta quella odierna orfana di Wall Street e della Borsa Londra chiuse per festività, a Francoforte il Dax avanza dello 0,51% a 8.347 punti, il Cac40 guadagna lo 0,78% a 3.987 punti e a Madrid l'Ibex35 segna un progresso dello 0,60% a 8.313 punti. Svetta anche Piazza Affari che festeggia la ormai probabile chiusura della procedura di infrazione per deficit eccessivo nei confronti dell'Italia. L'ufficializzazione della decisione è attesa per mercoledì quando l'esecutivo comunitario proporrà ai 27 Stati membri la chiusura della vertenza. Il Ftse Mib mostra così un rialzo dello 0,87% a 17.044 punti.

Stabile lo spread Btp-Bund. Questa mattina il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi è partito in area 270 punti base, con il rendimento del Btp decennale al 4,12%. Domani l'attesa è per l'asta Ctz con scadenza a dicembre 2014 per 2-2,5 miliardi di euro e per i Btp indicizzati all'inflazione per 0,5-1 miliardo di euro.

COMMENTA LA NOTIZIA