Borse europee positive il day-after la Fed

Inviato da Luca Fiore il Gio, 19/12/2013 - 17:58
Nonostante il via libera al tapering da parte della Federal Reserve, i listini europei capitalizzano la nuova "forward guidance" sui tassi d'interesse. L'istituto guidato da Ben Bernanke ha annunciato che il costo del denaro resterà ai minimi storici anche dopo che il tasso di disoccupazione scenderà sotto la fatidica soglia del 6,5%.

A Londra il Ftse100 ha terminato con un rialzo dell'1,43% a 6.584,7 punti mentre Cac40 e Dax sono rispettivamente saliti dell'1,64 e dell'1,68 per cento a 4.177,03 e a 9.335,74. La performance migliore è stata registrata dall'Ibex, cresciuto del 2,34% a 9.664,3.

Per quanto riguarda i dati arrivati nel corso del pomeriggio dagli Stati Uniti, peggio del previsto l'indicatore relativo le vendite di case esistenti (in calo da 5,12 a 4,9 milioni di unità) e l'indice che misura le nuove richieste ai sussidi di disoccupazione, passate da 369 a 379 mila. Crescita inferiore alle attese per il Philly Fed (7 punti a dicembre) e meglio del previsto il superindice, salito dello +0,8% m/m.
COMMENTA LA NOTIZIA