Borse europee, Piazza Affari contesa tra Parigi e Francoforte

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 29/06/2006 - 08:52
Difficile la posizione di Borsa Italiana nel valzer delle fusioni tra piazze finanziarie. Piazza Affari sta ancora vagliando le proposte delle concorrenti francesi e tedesche: se da un lato è attenta ai segnali di Francoforte che preme per una soluzione paneuropea, dall'altra è fortemente attratta da un accordo con Euronext. La pressione continua a salire a Milano. La scelta non è semplice: i manager e azionisti di Piazza Affari giocano, dunque, la carta del ravvicinamento franco-tedesco per evitare una soluzione traumatica. Il compromesso si cerca già da tempo e chiari segnali sono arrivati venerdì mentre Euronext ha presentato la sua offerta. Sulla questione si è espresso Alessandro Profumo, azionista di Borsa all'11,9% come amministratore delegato di Unicredit ma anche membro del consiglio di sorveglianza di Deutsche Börse mettendo in chiaro la sua preferenza: "Non importa se Borsa si allea prima con Parigi o Francoforte - aveva detto - purché faccia da catalizzatore per un'intesa tra le due". Il clima di contrapposizione tra i listini europei è forte, ma si capisce che Francoforte e Parigi corteggino Borsa Italiana con offerte diverse. Milano non ha fretta e continua a lavorare per favorire un riavvicinamento tra le due Borse.
COMMENTA LA NOTIZIA