Borse europee piatte, WM Morrison tonica dopo innalzamento della guidance

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta di consolidamento per le borse europee. Il Ftse100, che ha fatto segnare un nuovo massimo a 7.284,81 punti, ha terminato in rialzo di mezzo punto percentuale (+0,52% a 7.275,47), il Dax è salito dello 0,17% a 11.583,30 e il Cac40 non ha fatto segnare variazioni (+0,01% a 4.888,23). Di poco sotto la parità l’Ibex, sceso dello 0,43% a 9.452 punti.

A Londra spicca il +3,59% di WM Morrison in scia dell’innalzamento della guidance, sul listino francese L’Oreal è scesa dello 0,18% dopo l’annuncio dell’acquisto di asset da Valeant per un controvalore di 1,3 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda i dati macro, a dicembre l’indice statunitense NFIB (National Federation of Independent Business), che misura il sentiment delle piccole imprese, è passato da 98,4 a 105,8 punti. Gli analisti avevano stimato 99,6 punti.

A novembre le offerte di lavoro negli Stati Uniti (JOLTS, Job Openings And Labor Turnover Summary) sono passate da 5,53 a 5,52 milioni di unità (consenso 5,59 milioni) e le scorte all’ingrosso statunitensi hanno segnato un incremento dell’1% mensile (gli analisti avevano stimato un risultato in linea con il dato preliminare, +0,9%).