1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee piatte, balzo per Alstom

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta all’insegna della debolezza per le borse del vecchio continente in scia delle indicazioni arrivate dai dati macro. L’indice che rileva l’andamento dell’inflazione europea ad aprile ha evidenziato un incremento annuo dello 0,7% (dal +0,5% precedente) che se da un lato conferma la debolezza dell’economia di Eurolandia dall’altro riduce le probabilità che la Banca centrale, almeno nel breve termine, approvi nuove misure di stimolo.

Indicazioni negative anche dal dato preliminare relativo la crescita economica statunitense che nel primo trimestre ha messo a segno un +0,1%, l’incremento minore da tre anni (consenso +1,2%). Buone nuove invece dal Pmi di Chicago, in aumento da 55,9 a 63 punti, e dalla stima Adp relativa la crescita delle buste paga del settore privato statunitense ad aprile (+220 mila contro un consenso di +210 mila).

Chiusura in lieve territorio positivo per il listino britannico e quello tedesco (+0,15 e +0,2 per cento), saliti rispettivamente a 6.780,03 e 9.603,23 punti mentre l’Ibex ha terminato in parità (-0,02%) a 10.459. -0,23% del Cac40 a 4.487,39.

A livello di singole performance spicca il +9,33% di Alstom che ha ufficializzato di aver ricevuto un’offerta da 12,3 miliardi di euro per la divisione energetica da parte degli statunitensi di General Electric. In stand-by i tedeschi di Siemens (+1,05%). In serata l’appuntamento è con la Federal Reserve che dovrebbe annunciare il quarto taglio consecutivo al piano di acquisto asset.