1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee: partenza prevista in calo su incertezza politica, stasera la Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari e le altre Borse europee dovrebbero aprire sotto la parità, in scia alle vendite di Wall Street e dei listini asiatici, con la Borsa di Tokyo che questa mattina ha lasciato sul parterre l’1,76%. A pesare sugli scambi i timori per l’esito delle elezioni presidenziali americane a una settimana dal voto. Secondo alcuni sondaggi, Donald Trump sarebbe in vantaggio con il 46% dei consensi contro il 45% di Hillary Clinton, travolta dall’emailgate. Ma preoccupa anche l’esito del referendum costituzionale in Italia. Ieri il tasso del Btp decennale è balzato all’1,76%, ai liveklli di novembre 2015 e lo spread con il Bund è salito a 158 punti, a un soffio dal record segnato dopo il voto sulla Brexit.
La giornata sarà caratterizzata dall’attesa per la Federal Reserve, che questa sera annuncerà la sua decisione di politica monetaria. Non è atteso alcun rialzo dei tassi in vista delle elezioni e in mancanza di una conferenza stampa che spieghi questa importante mossa. Un possibile ritocco al costo del denaro da parte della banca centrale americana è invece prevista nella riunione di dicembre (quando ci sarà una conferenza stampa di Janet Yellen). Fed a parte, l’agenda macro di oggi prevede le indicazioni relative l’occupazione in Spagna e Germania, a cui seguirà l’indice Pmi della zona euro. Nella seconda parte attenzione all’aggiornamento sul saldo delle buste paga del settore privato statunitense e sull’aggiornamento relativo le scorte di greggio.
Tra i titoli da monitorare a Piazza Affari, il comparto auto, in scia alle immatricolazioni negli Stati Uniti e in vista di quelle in Italia, che verranno diffuse a mercato chiuso. Attenzione anche alle banche, in particolare a Mps il cui Cda torna a riunirsi dopo che ieri Corrado Passera ha ritirato la sua proposta di risanamento della banca.