1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee negative, Renault lascia sul campo 10 punti percentuali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Segno meno per l’azionario di Eurolandia che paga pegno al tonfo di un comparto auto penalizzato dalle perquisizioni della polizia francese in alcune sedi del gruppo Renault (-10,28%). Gli inquirenti punterebbero ad accertare la presenza di software per frodare i controlli sulle emissioni, in linea con quanto successo nel dieselgate che ha visto coinvolta la tedesca Volkswagen (-3,73%). A fine dicembre, ha fatto sapere la casa francese, la Commissione tecnica istituita dal governo ha testato 11 veicoli (di cui 4 Renault) senza rilevare la presenza del software incriminato.

“La Direzione Generale che si occupa di reprimere le frodi ha deciso di condurre ulteriori indagini […] per convalidare definitivamente la prima analisi effettuata dalla Commissione tecnica indipendente”. Le indagini sono state condotte nel centro tecnico di Lardy e in quello di Guyancourt. Dopo lo scoppio dello scandalo Volkswagen, Renault ha annunciato di voler investire 50 milioni di euro per ridurre il gap tra i livelli di emissione effettivi delle sue auto e quelli registrati durante i test.

Parigi ha chiuso in calo dell’1,8% a 4.312,89 punti, il Dax è sceso dell’1,67% a 9.794,2 e l’Ibex ha lasciato sul campo l’1,64% a 8.787,7. Limita le perdite il Ftse100, in rosso dello 0,72% a 5.918,23. Tra le altre notizie del giorno spicca il -2,66% di TeliaSonera dopo il warning sui conti del quarto trimestre e il +6,57% di Tesco che ha confermato i target del 2016 in scia della buona performance delle vendite nel corso del periodo natalizio.