1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee negative, -40% per la britannica Carillion

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di ottava in rosso per le borse europee: a Londra il Ftse100 ha terminato a 7.380,68 punti, -0,08%, il tedesco Dax si è fermato a 12.993,73, -0,41%, e il Cac40 a 5.319,17, -0,32%. Maglia nera per l’Ibex, in rosso dello 0,78% a 10.010,40.

“L’area euro sta attraversando un periodo di una solida espansione economica”. È quanto ha detto il numero uno della BCE, Mario Draghi, parlando da Francoforte nel corso della conferenza European Banking Congress. “Il Pil è salito per 18 trimestri consecutivi, e gli ultimi dati e sondaggi mettono in evidenza un momentum di crescita inarrestabile andando in avanti. Guardando alla prospettiva della Bce, abbiamo una crescente fiducia sul fatto che la ripresa sarà robusta e che questo momentum proseguirà ancora”.

In particolare, Draghi ha definito la ripresa dell’occupazione nell’area una “eccezionale storia di successo […] l’occupazione dell’Eurozona ha testato il livello record di sempre, mentre la disoccupazione è scesa al minimo dal gennaio del 2009”. Nonostante questo, è necessario che la Bce sia “paziente” nel percorso di normalizzazione dei tassi di interesse.

Nel comparto media, SKY ha guadagnato il 3,49% dopo la notizia che Comcast (CNBC) e Verizon si sono dette interessate ad acquisire asset della 21st Century Fox. Rally per Vivendi (+4,39%) che, a dispetto di numeri trimestrali sotto le stime, ha capitalizzato un outlook positivo sugli ultimi tre mesi dell’esercizio.

Segno meno per il comparto delle vendite al dettaglio: -2,76% per H&M, dopo la bocciatura a “sell” da parte di SEB mentre Inditex (Zara) ha segnato un -1,65% in scia del “vendere” di Berenberg. La britannica Carillion ha segnato un -39,76% dopo il terzo warning dell’anno.