1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee miste, tonfo per easyJet dopo la presentazione dei conti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in ordine sparso per l’azionario europeo: a Londra il Ftse100 si è fermato a 7.522,03 punti, +0,91%, il Dax ha terminato a 12.804,53 (e aggiornato il massimo storico a 12.841,66 punti), -0,02%, il Cac40 a 5.406,10, -0,21%, e l’Ibex a 10.982,40, +0,22%.

Sul listino elvetico -2,17% per UBS in scia dell’indiscrezione relativa la riduzione della quota detenuta da parte del fondo sovrano di Singapore. Oltremanica easyJet ha perso quasi sei punti percentuali (-5,98%) dopo conti dei primi sei mesi dell’esercizio schiacciati tra la debolezza del pound e l’aggressività dei competitor mentre Vodafone ha guadagnato il 3,99% nonostante un rosso di 6,1 miliardi di euro nei 12 mesi a marzo.

Dal fronte macro, indicazioni in linea con le stime dai dati relativi la crescita economica in Italia e Zona Euro, rispettivamente allo 0,2 e allo 0,5 per cento trimestrale. Peggio del previsto l’indice tedesco Zew, passato da 19,5 a 20,6 punti, mentre hanno stupito al rialzo l’inflazione britannica (+2,7% annuo) e la bilancia commerciale di Eurolandia (surplus salito da 18,8 a 23,1 miliardi di euro).

Per quanto riguarda gli aggiornamenti statunitensi, indicazioni contrastanti dalla doppia accoppiata statunitense cantieri edili-nuovi permessi (sotto le stime a 1,17 e 1,23 milioni) e produzione industriale-utilizzo della capacità produttiva (meglio del previsto con un +1% mensile e 76,7%).