1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee in rosso, si complica lo scenario-Brexit

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In una seduta orfana delle piazze finanziarie statunitensi, la cautela sulle possibili conseguenze della Brexit spinge al ribasso i listini europei. A Madrid l’Ibex ha segnato un calo dello 0,16% a 8.255,9 punti, il tedesco Dax è sceso dello 0,69% a 9.709,09 e il Cac40 ha perso lo 0,91% a 4.234,86. Rosso anche per l’indice della City, il Ftse100, che si è fermato a 6.522,26 punti, lo 0,84% in meno rispetto al dato precedente.

Per quanto riguarda le notizie in arrivo da Oltremanica, Nigel Farage, il leader dell’Independence Party, ha annunciato che lascerà la guida del partito. “Sento di aver fatto la mia parte, non potrò fare di più e per questo penso sia giusto che lasci la guida dell’UKIP”, ha detto Farage nel corso di un incontro con la stampa.

“Dopo Cameron, Johnson e Corbin, anche un altro personaggio chiave della campagna referendaria lascia il suo posto”, rileva Vincenzo Longo di IG. “L’impressione -continua Longo- è che nessuno voglia farsi carico di portare il Paese fuori dalla Ue, con tutte le conseguenze del caso”.

Per quanto riguarda i singoli titoli, -1,98% per Volkswagen nel giorno in cui il Chief executive Matthias Muller ha detto che i consumatori europei non saranno risarciti per lo scandalo “Diesel-gate”. “In Europa la situazione è differente” rispetto agli Usa, ha detto il Ceo nel corso di un’intervista alla testata tedesca Welt am Sonntag. La Vda (Verband der Automobilindustrie), l’associazione che raggruppa le industrie dell’automotive, ha annunciato che a giugno le immatricolazioni di auto in Germania hanno evidenziato un incremento dell’8% annuo. Il dato relativo il primo semestre segna un +7%.

Seduta all’insegna degli acquisti invece per Fresnillo (+8,39%) che sul listino londinese ha capitalizzato il nuovo balzo delle quotazioni dell’argento, tornate a livelli che non si vedevano da due anni (21,225 dollari).