Borse europee in rosso, pesano timori conti pubblici Irlanda

Inviato da Massimiliano Volpe il Ven, 17/09/2010 - 17:50
I listini europei hanno terminato la seduta di oggi in rosso penalizzati da alcune indiscrezioni di stampa che ritenevano imminente un intervento straordinario del Fondo Monetario Internazionale per sostenere i conti pubblici dell'Irlanda. Nel tardo pomeriggio il Fmi ha però smentito una simile ipotesi chiarendo che il governo di Dublino non ha bisogno di aiuti finanziari.
A Londra, l'indice Ftse ha terminato a quota 5531 punti, (-0,53%). Maglia nera del listino inglese Man Group (-3,99%), seguito da Shire (-2,58%). In evidenza, tra le blue chip, Invensys (+3,54%) e Cable & Wire (+3,03%).
L'indice tedesco Dax ha invece terminato a quota 6227 punti, (-0,63%). Peggior titolo del listino di Francoforte E.On (-2,87%), seguito da Rwe (-2,51%). In evidenza, tra le blue chip, Metro (+3,90%) e K+S (+3,61%).
A Parigi il Cac40 ha terminato a 3734 punti, (-0,35%). Tra le blue chip del listino francese, in evidenza oggi Carrefour (+4,81%) e Stmicroelectronics (+3%). Penalizzati a Parigi Societe Generale (-2,28%), seguita da Dexia (-1,92%).
COMMENTA LA NOTIZIA