1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee in rosso, indicazioni contrastanti dai dati macro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di ottava con il segno meno per le borse del Vecchio continente. A Francoforte il Dax ha terminato la prima seduta della settimana con un rosso dell’1,57% a 10.815,45 punti mentre l’accoppiata formata da Cac40 e Ibex ha rispettivamente lasciato sul parterre l’,146 e l’1,22 per cento fermandosi a 4.911,17 e 10.325,2 punti. Limita le perdite il Ftse100, sceso di quasi un punto percentuale (-0,92%) a 6.295,16 punti.

Dopo le indicazioni relative l’andamento del mercato del lavoro statunitense di venerdì, il calo della disoccupazione e la crescita dei posti di lavoro aumentano le probabilità di un incremento dei tassi a dicembre, la settimana si è aperta con il dato cinese relativo la bilancia commerciale che ha visto il surplus salire a 61,64 miliardi di dollari, rispetto ai 60,34 miliardi della passata rilevazione (consenso Bloomberg a 62 miliardi).

Aumento anche per dato tedesco, cresciuto a settembre da 15,4 a 22,9 miliardi di euro, per l’indice di fiducia degli investitori europei Sentix, passato a 15,1 da 11,7 punti. Per quanto riguarda gli aggiornamenti arrivati da Oltreoceano, ad ottobre l’indice Lmci (Labor market conditions index), che rileva l’andamento del mercato del lavoro statunitense, è passato da 1,3 (dato rivisto da 0) a 1,6 punti.