1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee in rosso, Brent penalizza i titoli legati alle commodity

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Segno meno per l’azionario di Eurolandia in scia delle tensioni in arrivo dalla Cina dove, per la seconda volta in una settimana, le autorità hanno bloccato le contrattazioni per eccesso di ribasso (nel corso del pomeriggio si è assistito a un recupero dopo l’annuncio che da domani il “Circuit Breaker”, il meccanismo che ferma gli scambi, sarà sospeso). Indicazioni negative sono arrivate anche dalla Banca Mondiale che ha ridotto le previsioni di crescita 2016 dello 0,4% a +2,9%.

L’Ibex ha terminato in calo di un punto e mezzo percentuale a 9.059,3 punti, il Cac40 è sceso dell’1,72% a 4.403,58 e il FTSE100 ha perso il 2% (-1,96%) fermandosi a 5.954,08. -2,29% per il Dax a 9.979,85. A livello di singoli settori, vendite sui titoli legati alle materie prime (il Brent è sceso a livelli che non si vedevano dall’aprile del 2004 in quota 32 dollari il barile): Anglo American ha perso 11 punti percentuali, Glencore l’8,32% e BHP Billiton il 4,67 per cento. L’esposizione al mercato cinese ha invece penalizzato BMW e Daimler (-3,76 e -3,85%).