Borse europee in rialzo, debole Piazza Affari. Al via oggi il G20 in Russia

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 05/09/2013 - 11:00

Vira in negativo la Borsa di Milano dopo una buona partenza, nel giorno in cui prende il via a San Pietroburgo in Russia la due giorni di G20. Nell'agenda del meeting sarà dato ampio spazio alla vicenda siriana, con l'avvicinarsi di un possibile intervento militare da parte degli Stati Uniti. Contraria la Russia, anche se il presidente Vladimir Putin ha fatto sapere che la posizione potrebbe essere rivista al Consiglio di sicurezza dell'Onu, nel caso in cui fosse dimostrato in maniera "incontrovertibile" l'uso di armi chimiche da parte del governo di Damasco. Sul tavolo del G20 troverà ampio spazio anche la crisi economica: le priorità di Mosca a tal proposito in campo economico sono la crescita, l'occupazione e la riforma del sistema finanziario internazionale. La Germania da parte sua arriva alla riunione con le sue posizioni in tema di austerità che Berlino a proposto per i paesi europei in difficoltà.

L'indice Ftse Mib a circa metà mattinata cede lo 0,31% a 16.660 punti. Positive le altre piazze europee: a Francoforte il Dax avanza dello 0,41%. il londinese Ftse100 guadagna lo 0,82%, il francese Cac40 sale dello 0,45% mentre a Madrid l'Ibex35 mostra un rialzo dello 0,56%.

Gli occhi oggi saranno puntati anche alla riunione del board della Banca centrale europea sui tassi d'interesse e alla consueta conferenza stampa del governatore, Mario Draghi. Nel frattempo la Bank of Japan ha lasciato invariati i tassi d'interesse. Nessuna sorpresa quindi da parte dell'istituto nipponico che ha confermato la propria politica monetaria e l'ammontare di acquisto di asset finché sarà in grado di ottenere l'obiettivo del 2% a livello di inflazione. La Bank of Japan ha alzato leggermente le aspettative relative alla congiuntura del Paese evidenziando come sia in atto una moderata ripresa.  Privo di variazioni significative lo spread Btp-Bund. Il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi è rimasto sui livelli registrati in avvio in area 246 punti base con il rendimento del Btp decennale al 4,43%.

Dal fronte macroeconomico, l'appuntamento oggi è in tarda mattinata con gli ordini industriali in Germania a luglio. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti sarà la volta del sondaggio ADP sulla variazione degli occupati nel settore privato ad agosto e con le nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Attenzione anche al dato sull'Ism non manifatturiero riferito ad agosto, attese scendere a 55 punti dai precedenti 56 punti, e agli ordinativi industriali a luglio.

COMMENTA LA NOTIZIA