1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Borse europee in deciso calo, raffica di vendite su auto e materie prime

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo l’ottimismo della vigilia per il piano di stimolo economico Usa da 875 miliardi di dollari, le Borse europee sono ripiombate nel pessimismo, chiudendo la seduta in profondo rosso. A Londra l’indice Ftse ha ceduto il 2,63%, seguito dal Dax di Francoforte in calo del 2,04% e dal Cac40 di Parigi che ha chiuso con un -2,02%. Fra i titoli, le vendite si sono concentrate sui bancari, dopo il rally della vigilia, sull’ipotesi della creazione anche nel Vecchio continente di “bad banks” che possano assorbire gli asset tossici. Male anche il comparto petrolifero, con l’arretramento del prezzo del petrolio, e quello minerario. Qui si sono distinte, in negativo, Rio Tinto e Xstrata. Quest’ultima ha annunciato un aumento di capitale per raccogliere 5,9 miliardi di dollari e ripagare i debiti. Preoccupazione sul debito anche per il colosso Rio Tinto che ha confermato la possibilità di un aumento di capitale. Giornata nera per il settore delle quattro ruote. A guidare i ribassi è la francese Renault, seguita dalla tedesca Bmw.