1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee: focus passa da Bce a mercato del lavoro Usa. Oggi in agenda le payrolls

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Risveglio positivo, ma con rialzi contenuti per le principali Piazze finanziarie europee all’indomani del “Bce Day“. L’azione di Mario Draghi e dell’Eurotower per contenere il rischio deflazione e rilanciare l’economia e il credito della zona euro è stata massiccia. Il tutto mentre oggi incombono i dati sul mercato del lavoro americano, market mover della seduta odierna. 
L’arsenale di Draghi
Oltre al taglio dei tassi di interesse scesi al nuovo minimo storico dello 0,15% e del tasso sui depositi, che è finito in territorio negativo per la prima volta nella storia dell’euro, il consiglio direttivo dell’Eurotower ha deciso all’unanimità di immettere nuova liquidità sul mercato attraverso un nuovo piano di rifinanziamento a lungo termine, a cui si affiancherà la sospensione della sterilizzazione del programma di acquisto bond e misure preparatorie per acquistare gli Abs, cioè titoli garantiti a sostegno delle imprese.
Sebbene la Bce continui a rimanere uno dei temi caldi, oggi cresce l’attesa per l’appuntamento con il mercato occupazionale negli Stati Uniti. Alle 14.30 italiane il dipartimento del lavoro Usa comunicherà i dati sulla creazione di nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo (non farm payrolls). Secondo il consenso Bloomberg il dato dovrebbe attestarsi a +215mila da +288mila del mese di aprile. Il tasso di disoccupazione, secondo le previsioni degli analisti, dovrebbe tornare a toccare il 6,4% dal precedente 6,3%. Il mercato del lavoro americano potrebbe oggi prendersi una pausa. “Dopo una forte corsa, i dati del lavoro statunitense potrebbero deludere un po’, visto che l’impatto delle condizioni meteo avverse di inizio anno è superato”, affermano da Ing
A dire il vero l’effetto Draghi si sta sentendo molto più sul versante obbligazionario che su quello azionario, con lo spread Btp-Bund che continua a calare. Intorno alle 10.30 il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi viaggia sotto quota 150 punti base, mentre il rendimento del Btp decennale è al 2,796%.
Tra le Borse europee sembra prevalere la cautela: il Cac40 sale dello 0,09%, mentre il Dax di Francoforte prende lo 0,19%. A Londra il Ftse 100 registra un progresso dello 0,31%. Saliscendi per Piazza Affari: il Ftse Mib guadagna ora circa lo 0,53% a 22.067,74, dopo essere scivolata in territorio negativo nel corso della seduta. A trainare al rialzo la Borsa di Milano i titoli del comparto bancario, in gran spolvero all’indomani delle decisioni della Bce. Bene Bper (+4,35%) e Bpm (+3,68%). In rialzo anche Banco Popolare che sale del 2,78%.