1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee contrastate in chiusura di settimana, +10% per l’Euro Stoxx 50 ad ottobre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di settimana in ordine sparso le borse del Vecchio continente: a Londra il Ftse100 ha terminato in calo di mezzo punto percentuale (-0,54%) a 6.361,09 punti mentre l’Ibex è sceso dello 0,35% a 10.360,7 punti. Segno più invece per il Dax (+0,46% a 10.850,14) e il Cac40 (+0,24% a 4.897,66). Bilancio ampiamente positivo per il mese di ottobre che ha visto l’Euro Stoxx 50 salire di oltre 10 punti percentuali.

A Londra spicca il -1,18% di Royal Bank of Scotland che nel terzo trimestre ha registrato una perdita operativa di 842 milioni di sterline lanciando un warning sulle spese legali, a Madrid -3,46% per BBVA che nel Q3 ha perso 1,06 miliardi e sul listino francese +1,77% di BNP Paribas che ha annunciato un incremento dell’utile del 14,5% annuo. Sempre a Parigi, lettera su L’Oreal (-4,57%) dopo aver annunciato vendite trimestrali sotto le stime.

Dopo le indicazioni positive arrivate dagli indici europei relativi tasso di disoccupazione e inflazione (dal 10,9 al 10,8%, da -0,1 a 0% annuo), nel corso della seconda parte sono arrivati i numeri su redditi e spese negli Stati Uniti (+0,1%, peggio del previsto, a settembre), fiducia dei consumatori (90 punti), PCE (-0,1% m/m) e Pmi Chicago (da 48,7 a 56,2 punti).

“Sui mercati, il sentiment rimane solido e il rally di fine anno potrebbe essere pronto per partire”, rileva Vincenzo Longo, Market Strategist di IG. “Prima, però, potrebbe essere necessaria una correzione dopo i recenti rialzi”, rileva l’esperto, e “l’occasione potrebbe presentarsi già lunedì, quando dalla Cina arriveranno i dati sui PMI di ottobre”.