1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee con il segno più, Ibex in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano a salire i listini europei che, nonostante le indicazioni arrivate da Pechino, hanno capitalizzato il rimbalzo dei titoli legati all’automotive. Spicca in particolare il +5,19% di Volkswagen nel giorno in cui il Chief executive Martin Winterkorn ha rassegnato le dimissioni. Il listino tedesco ha terminato con un incremento di poco inferiore al mezzo punto percentuale (+0,44%) spingendosi a 9.612,62 punti mentre a Parigi il Cac40 è salito dello 0,1% a 4.432,83 punti. Due velocità per l’indice della City (+1,62% per il Ftse100 a 6.032,24) e per lo spagnolo Ibex (-0,79% a 9.474,6).

Indicazioni contrastanti quelle arrivate dai dati macro. L’indice che misura il sentiment dei direttori degli acquisti (Pmi, Purchasing managers index) del manifatturiero cinese elaborato da Markit in versione preliminare a settembre si è attestato a 47 punti, il livello minore da sei anni e mezzo. Sostanzialmente in linea con le stime i dati europei (52 punti nel caso del manifatturiero, 54 per i servizi) e quello statunitense (Pmi manifatturiero stabile a 53 punti).