1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee con il segno meno, a Milano UniCredit in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I titoli legati alle risorse di base penalizzano l’andamento dell’azionario europeo. A Parigi il Cac40 segna un calo dello 0,78%, lo spagnolo Ibex scende di un punto percentuale mentre FTSE100 e Dax lasciano sul campo lo 0,3%. A Londra spicca il +8% di Asos che ha chiuso l’esercizio al 31 agosto con un incremento delle vendite del 4,8% mentre sul listino tedesco +0,56% di SAP che nel Q3 ha visto l’utile operativo salire del 19%.

Sul listino milanese, dove il FTSE Mib arretra dello 0,79% a 22.242,35, in controtendenza UniCredit (+2,32%) in scia dell’indiscrezione relativa la trattativa per la cessione delle attività retail di Bank Austria a Bawag. Nel settore industriale -1,93% per FCA che alla vigilia del debutto di Ferrari paga pegno ai rumor su una possibile sanzione della Commissione Europa nell’ambito dell’inchiesta sui presunti accordi fiscali con il Lussemburgo. -12,93% per Saras dopo il collocamento del 9% del capitale da parte di Rosneft e -2,17% di Buzzi Unicem nonostante la conferma della valutazione “overweight” da parte di JPMorgan.

In agenda macro i prezzi alla produzione tedeschi, scesi a settembre dello 0,4% mensile, e il dato che misura l’andamento della bilancia delle partite correnti, il cui avanzo è passato da 25,6 a 17,7 miliardi. Nella seconda parte in arrivo gli indici statunitensi relativi nuovi cantieri e permessi di costruzione e alle 17 appuntamento con l’intervento che il n.1 della Federal Reserve Janet Yellen terrà in occasione di una cerimonia presso la Labor Hall of Honor di Washington.