1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee con il segno meno, dopo Volkswagen è il turno di Bmw?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante un Ifo migliore delle attese, le borse europee chiudono negative in scia delle tensioni legate allo scandalo che sta coinvolgendo il comparto auto. Dopo Volkswagen (+0,58%), oggi Standard & Poor’s ha annunciato di aver posto il rating “A/A-1” assegnato alla casa di Wolfsburg in “CreditWatch” con implicazioni negative, oggi è stato il turno di Bmw (-5,15%). Secondo Auto Bild, rivista tedesca specializzata nel settore auto, la Bmw X3 xDrive 20d durante prove su strada del Council on Clean Transportation (ICCT) avrebbe superato di oltre 11 volte il limite di emissione consentito per le Euro 6.

A Londra il Ftse100 ha terminato in rosso dell’1,17% a 5.961,49 punti mentre il Dax ha perso l’1,92% a 9.427,64 punti. Cac40 e Ibex hanno entrambi lasciato sul campo l’1,93% fermandosi rispettivamente a 4.347,24 e 9.291,4 punti.

Indicazioni sopra le stime quelle arrivate questa mattina dall’indice ifo, salito a settembre a 108,5 punti dai 108,3 della passata rilevazione. Il dato è migliore delle attese del mercato, visto che gli analisti avevano pronosticato un calo a 107,9 punti. Inferiore al consenso, fissato a 50 miliardi di euro, il dato relativo la quinta operazione di finanziamento a lungo termine “mirata”, la Tltro, tramite la quale la Banca centrale europea ha assegnato “solo” 15,548 miliardi di euro a 88 banche.

Per quanto riguarda il fronte statunitense, arrivati gli indici relativi l’andamento degli ordini di beni durevoli, scesi ad agosto del 2% mensile, il Cfnai (Chicago Fed National Activity Index), passato da +0,51 a -0,41 punti, le vendite di nuove case, salite da 522 a 552 mila unità, e le nuove richieste di sussidio di disoccupazione, in lieve aumento da 264 a 267 mila unità. In serata focus sulle parole che Janet Yellen pronuncerà nel corso di un intervento all’Università del Massachusetts.