FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Grazie ad un miglioramento nella seconda parte, chiusura in positivo per l’azionario del Vecchio continente. Incremento di mezzo punto percentuale del Ftse100 che ha terminato a 7.321,82 punti (+0,54%), +0,21% del Dax a 12.282,34, +0,30% del Cac40 a 5.101,13 e +0,35% dell’Ibex che si è fermato a 10.361,20.

Sul listino londinese retailers sotto pressione in scia di un report in cui la società di ricerca Kantar stima tempi difficili per la grande distribuzione (-2,18% per Sainsbury e -2,84% di WM Morrison).

L’esposizione al Sud Africa, ieri S&P’s ha portato il rating a “BB+” (in territorio “junk” per la prima volta dal 2000), ha invece penalizzato Investec (-0,77%) e Old Mutual (-1,24%).

+5,32% per Imagination Technologies dopo il tonfo di oltre 60 punti percentuali di ieri dopo la decisione di Apple di non utilizzare più i chip prodotti dall’azienda di Kings Langley.

Il “buy” di Goldman Sachs a Francoforte ha permesso ad Allianz di segnare un +0,73%.