1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee chiudono positive, FTSE100 in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seconda parte all’insegna degli acquisti per i listini europei nonostante le tensioni legate alla Brexit, alla guerra commerciale dichiarata da Trump e alle notizie in arrivo dal Sud Africa.

Causa l’esposizione al Paese, dove il Presidente Jacob Zuma ha rimosso dall’incarico il ministro delle Finanze Pravin Gordhan, Old Mutual a Londra ha perso il 7,53% e colossi minerari del calibro di BHP Billiton, Fresnillo e Antofagasta hanno fatto rispettivamente segnare un calo del 2,87, dello 0,84 e dello 0,68%.

Bene gli assicurativi, spinti dalla promozione ad “overweight” annunciata da JPMorgan su Direct Line (+2,47%). Sempre sul listino della City, -1,13% di GlaxoSmithKline che ha annunciato le dimissioni del Chief executive Andrew Witty e la nomina di Emma Walmsley.

Londra, in controtendenza, ha così terminato in rosso dello 0,63% a 7.322,92 punti mentre Dax (+0,46% a 12.312,87 punti), Cac40 (+0,65% a 5.122,51) e Ibex (+0,55% a 10.462,90) hanno tutti chiuso sopra la parità.

Chiusura di settimana particolarmente ricca di indicazioni macroeconomiche. Tra gli altri, sono arrivati i numeri relativi inflazione in Giappone (+0,2% annuo), PMI manifatturiero cinese (51,8 punti), vendite al dettaglio tedesche (+1,8% mensile) e inflazione di Eurolandia (+1,5% annuo).

Nella seconda parte è stata la volta del Pil canadese (+0,6% m/m) e dei dati statunitensi su redditi e spese (+0,4 e +0,1% mensile), PMI Chicago (57,7 punti) e fiducia dei consumatori (96,9 punti).