1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee chiudono l’ottava con il segno più, Holcim e Lafarge in odore di fusione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo l’apertura della Bce a un quantitative easing in salsa europea, i listini del vecchio continente chiudono l’ottava con il segno più in scia delle indicazioni arrivate dal mercato del lavoro statunitense. A marzo il saldo delle buste paga nei settori non agricoli ha registrato un incremento di 192 mila unità (consenso 200 mila) e i dati relativi i primi due mesi dell’anno sono stati rivisti al rialzo. Stabile al 6,7% il tasso di disoccupazione.

Nell’ultima seduta della settimana sia il Ftse100 sia il Dax hanno entrambi evidenziato un incremento dello 0,7% fermandosi rispettivamente a 6.695,55 e a 9.695,77 punti. +0,79% per il Cac40 che ha terminato a 4.484,55 e +0,88% dell’Ibex a 10.677,2.

A livello di singole performance balzo della svizzera Holcim (+6,86%) che ha confermato di essere in trattative avanzate in vista di una possibile fusione con la rivale francese Lafarge (+8,9%). Segno più anche per Easyjet (+2,67%) dopo la diffusione dei dati sul traffico a marzo e per Remy Cointreau (+3,59%) che ha capitalizzato i rumor relativi una possibile offerta da parte di Brown-Forman.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …