Borse europee chiudono negative, pesano vendite sui bancari

Inviato da Massimiliano Volpe il Gio, 21/01/2010 - 17:44
I principali listini internazionali hanno chiuso gli scambi di oggi in ribasso dopo avere trascorso gran parte della giornata in terreno positivo. A favorire le prese di beneficio le parole del presidente Usa, Barack Obama, che intende porre dei vincoli nell'attività degli istituti di credito, in particolare quelle legate al trading.
A Londra, l'indice Ftse ha terminato a quota 5342 punti, (-1,46%). Maglia nera del listino inglese Royal Bank Scotland (-7%), seguita da Anglo American (-6,26%). In evidenza, tra le blue chip, British Airways (+3,96%) e United Utilities (+3,34%).
L'indice tedesco Dax ha invece terminato a quota 5767 punti, (-1,49%). Peggior titolo del listino di Francoforte Commerzbank (-3,77%), seguito da Thyssenkrupp (-3,7%). Si sono salvati, tra le blue chip, Henkel (0,73%) e Rwe (0,4%).
A Parigi il Cac40 ha terminato a 3871 punti, (-1,52%). Pecora nera a Parigi Societe Generale (-4,34%), seguito da Arcelormittal (-3,65%). Tra le blue chip, in positivo Air France-Klm (+0,69%) e Veolia Environnement (+0,4%).
COMMENTA LA NOTIZIA