Borse europee chiudono in calo ultima seduta dell'ottava

Inviato da Redazione il Ven, 20/08/2010 - 17:59
L'ultima seduta settimanale si conclude in rosso per principali Piazze del Vecchio continente. Una giornata senza indicazioni macroeconomiche, condizionata principalmente dai timori legati a un rallentamento della crescita dell'economia statunitense all'indomani dei deboli dati diffusi Oltreoceano. Il segno meno l'ha dunque fatta da padrona, con il Cac40 che ha perso l'1,12e il Dax che è indietreggiato dell'1,15%. Ribassi più contenuti per il Ftse100 che ha ceduto lo 0,31%. Quest'oggi ha tenuto banco l'offerta ostile da 1,87 mld di sterline (2,9 mld $) da parte di Korea National Oil per rilevare il controllo di Dana Petroleum (+6,08%) dopo che il board della societa' inglese ha rifiutato un takeover amichevole. Il gruppo petrolifero coreano a controllo statale ha offerto 1.800 pence per ogni azione Dana. L'offerta risulta a premio del 6,2% rispetto alla chiusura di ieri. In forte rialzo, sempre Oltremanica, il titolo BG group che ha terminato le contrattazioni in crescita di quasi il 6%. Ancora una seduta in rosso per Holcim (-2,05%) all'indomani dei deludenti conti finanziari e della revisione al ribasso delle stime e del prezzo obiettivo da parte di Credit Suisse. L'ufficio studi della banca svizzera ha corretto verso il basso le stime sul margine operativo lordo (Ebitda) per il 2010/12 rispettivamente del 6%, 5% e del 5%, e sull'utile per azione (Eps) del 18%, 13% e 9%. Gli analisti hanno dato una sforbiciata al target price di Holcim, sceso a 73 dai precedenti 83 franchi svizzeri.
COMMENTA LA NOTIZIA