1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee attese sulla parità in avvio, Piazza Affari potrebbe tentare un piccolo rimbalzo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le principali Borse del Vecchio continente dovrebbero aprire sulla parità, per via dell’incertezza in arrivo dall’Italia e della debolezza del comparto energetico in vista del summit Opec di domani. Piazza Affari potrebbe invece tentare un piccolo rimbalzo dopo un inizio di settimana decisamente negativo. Ieri il listino milanese ha ibndossato la maglia nera tra le principali piazze europee, con una forte pressione sulle banche, che rimangono le sorvegliati speciali del listino.
Nel corso di un’audizione davanti al Parlamento europeo, il governatore della Bce, Mario Draghi, ha rimarcato ieri la resilienza dell’economia europea rilevando che l’uscita di Londra dall’Unione si ripercuoterà “in primo luogo e specialmente sull’economia della Gran Bretagna” e poi potrebbe aver “in misura minore, limitati effetti negativi sulla zona euro”.
L’agenda macro di oggi è piuttosto densa di indicazioni. Nel corso della prima parte dai vari Land tedeschi arriveranno gli aggiornamenti sull’andamento dei prezzi al consumo. Nel pomeriggio, riflettori puntati sulla stima preliminare relativa la crescita economica statunitense, vista in aumento del 3% trimestrale (dato annualizzato), e poi sui prezzi delle abitazioni e sulla fiducia dei consumatori. Sul fronte emissioni, si segnala che il Tesoro italiano oggi chiuderà il consueto trittico di aste di fine mese offrendo CcTeu per un importo compreso tra 1,75 e 2 miliardi, BTp a 5 anni per 1,25-1,75 miliardi e BTp a 10 anni per un importo compreso tra 1 e 1,5 miliardi.