1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee attese in calo in avvio, pesa incertezza elezioni e attesa dati lavoro Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue l’incertezza e il nervosismo sui mercati finanziari, in vista delle elezioni americane dell’8 novembre. Ieri Wall Street ha chiuso in calo, copn l’indice S&P in rosso per l’ottava seduta consecutiva (non succedeva dall’ottobre 2008). Intanto ieri è giunta la decisione dell’Alta Corte inglese sulla Brexit: l’uscita di Londra dalla Ue andrà decisa da un voto parlamentare. La decisione sospende almeno per il momento il procedimento di divorzio e in particolare l’attivazione dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona, che secondo i piani del primo ministro inglese, Theresa May, sarebbe dovuto scattare a marzo 2017. A queste incertezze si aggiunge oggi l’attesa per gli importanti dati sul mercato del lavoro Usa, tenuti sotto stretta osservazione dalla Federal Reserve per valutare lo stato di salute dell’economia e di conseguenza prendere le sue decisioni di politica monetaria. Tra gli altri appuntamenti, l’agenda macro prevede nel corso della mattina i dati sul sentiment dei direttori degli acquisti del terziario europeo: prima arriveranno gli aggiornamenti sui singoli Paesi, poi sarà la volta del dato cumulato. In questo quadro, le Borse europee, compresa Piazza Affari, dovrebbero aprire la seduta in territorio negativo.
Tra i titoli di Piazza Affari, rimane sotto i riflettori Mps che, secondo alcune indiscrezioni de Il Sole 24 Ore, avrebbe allo studio un piano che prevede la conversione anche dei bond senior al fine di raggiungere i 5 miliardi di aumento di capitale. Intanto prosegue la stagione delle trimestrali. Oggi sono previsti i conti di Intesa Sanpaolo e Telecom Italia.