1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse europee aprono in rialzo, fiducia su accordo tetto debito Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Ottimismo sulle trattative sull’innalzamento del tetto del debito americano al Congresso. Di fronte a questi segnali di apertura sul fronte della crisi politico-fiscale statunitense i principali listini europei si mostrano fiduciosi e scommettono sul buon esito dei negoziati imboccando la strada rialzista sin dai primi minuti di contrattazioni.
“I capigruppo del Senato hanno detto di essere molto vicini a un accordo, che prevedrebbe l’estensione del finanziamento del governo ai livelli attuali fino al 15 gennaio e un aumento del livello del debito per arrivare senza problemi fino a inizio febbraio – si legge in una nota dell’ufficio studi di Intesa Sanpaolo – Sulla scia di tale compromesso appare più probabile che si riesca a riaprire il governo ed evitare il default”. Entro giovedì infatti il Congresso dovrà votare l’innalzamento del tetto del debito, attualmente fermo a 16.700 miliardi di dollari. Se non venisse trovata una soluzione a partire da giovedì il Tesoro americano avrà nelle casse solo 30 miliardi a disposizione.
Tra gli appuntamenti di giornata anche la riunione a Bruxelles dell’Ecofin durante la quale si discuterà dell’unione bancaria, mentre in Italia nel pomeriggio il Governo varerà la Legge di Stabilità. L’ex Finanziaria dovrebbe aggirarsi tra i 12 e i 15 miliardi di euro. 
In questo clima più disteso le Borse europee salgono. Segno più anche per il Ftse 100 e il Dax che guadagnano rispettivamente lo 0,65% e lo 0,64%. +0,34% per il listino di Parigi. 
A Piazza Affari il Ftse Mib ha sfondato in apertura quota 19 mila punti e ora sale dello 0,34% a 18.982,52 punti. La migliore del l’indice milanese è Buzzi Unicem (+2,81%), seguita da Ubi Banca (+2,08%) e A2a (+1,76%). Sul fondo del Ftse Mib  Prysmian (-3,59%) e Mps (-1,21%) e Ansaldo Sts (-1,05%). 
Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si mantiene sotto la soglia dei 240 punti base e viaggia a 235,8 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 4,25 per cento.