1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee all’insegna degli acquisti, comparto della difesa in spolvero

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta di guadagni per i listini europei che, già positivi, hanno sfruttato le indicazioni migliori delle attese arrivate dall’indice tedesco Zew sulle aspettative economiche, tornato a salire dopo 7 cali consecutivi (a 10,4 punti a novembre dagli 1,9 precedenti). “Le prospettive per l’economia tedesca si stanno schiarendo di nuovo verso la fine dell’anno – ha commentato il presidente dello ZEW, Clemens Fuest – e il pessimismo economico non sembra esser aumentato dopo gli attacchi terroristici di Parigi”.

“Crediamo che il movimento dei mercati in questo inizio di settimana sia dovuto per lo più a fattori tecnici”, ha commentato Vincenzo Longo, Market Strategist di IG. “Gli investitori, infatti, stanno cercando di riposizionarsi dopo le vendite violente, tra l’altro attese, che hanno caratterizzato l’ultima parte della scorsa ottava”. “Accanto a questo fattore, il mercato continua a guardare con favore anche all’apertura della Bce a una politica monetaria ultra accomodante a dicembre”.

A livello settoriale spicca il segno più di un comparto auto che capitalizza, a livello europeo, il 26° mese consecutivo di crescita delle vendite. Sul listino tedesco Porsche ha registrato un +2,27% e Volkswagen è salita dell’1,25% mentre sotto l’ombra della Torre Eiffel Renault ha messo a segno un +2,15% e Peugeot ha fatto +3,21%. In scia degli attacchi alla Siria, +4,27% di Airbus e +1,96% per BAE Systems. A Londra il Ftse100 ha terminato in rialzo di due punti percentuali (+1,99%) a 6.268,76 punti mentre il tedesco Dax grazie a un +2,41% si è fermato a 10.971,04 punti. +2,36% per l’Ibex a 10.363,8 e +2,77% del Cac40 a 4.937,31.