1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Borse europee accelerano al rialzo su asta spagnola e indice Zew

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
L’asta spagnola e l’indice Zew infondono fiducia ai mercati finanziari europei dopo una partenza all’insegna della cautela. Poco dopo le 11.30 i listini migliori nel Vecchio continente sono quello di Madrid e quello di Milano. L’Ibex35 sale dell’1% a 7.884 punti, mentre a Piazza Affari il Ftse Mib rimbalza registrando una crescita dello 0,93% a 15.496,9 punti dopo i pesanti ribassi della vigilia in scia all’annuncio delle dimissioni del premier Mario Monti. In crescita anche il Cac40 e il Dax che salgono rispettivamente dello 0,64% a 3.634 punti e dello 0,52% a 7.570. Immediato anche l’effetto sull’eurodollaro che si avvicina a quota 1,30.
 
Spagna: collocati titoli a 12 e 18 mesi per 3,89 mld, in discesa i rendimenti
Calano i rendimenti nell’asta di titoli a breve scadenza tenuta oggi dal Tesoro spagnolo. Madrid ha collocato titoli per 3,89 miliardi di euro. Nel dettaglio sono stati collocati titoli a 12 mesi per 2,385 miliardi di euro a un rendimento medio del 2,556% dal 2,797% dell’asta di titoli con analoga durata tenuta il mese scorso. Allocati anche titoli a 18 mesi per 1,505 miliardi di euro con rendimento medio del 2,778% dal 3,034% precedente. Il bid to cover è stato pari a 2,5 per i titoli a 12 mesi (dal 2,1 dell’asta di novembre) e di 2,7 per quelli a 18 mesi (dal 5,7 precedente). Domani il mercato guarderà invece alle aste italiane (Bot a 6 mesi) e dopo (Btp a 3 anni).
Germania: indice Zew torna in territorio positivo, cauto ottimismo
 
Cauto ottimismo in Germania dopo la pubblicazione dell’indice Zew, tornato positivo dallo scorso maggio. L’indice preparato dall´istituto di ricerca Zew tra 400 analisti ed esperti di finanza è aumentato di 22,6 punti a dicembre, attestandosi a 6,9 punti dai -15,7 punti del mese precedente. Il dato è superiore alle attese degli analisti ferme a -11,5 punti.
“La crescita dell’indicatore mostra che gli esperti dei mercati finanziari si aspettano che l’attività economica si stabilizzi fino all’inizio dell’estate 2013 – si legge in una nota diffusa dall’istituto teutonico – I positivi dati economici in arrivo dagli Stati Uniti potrebbe avere contribuito a questa valutazione”. “Gli esperti dei mercati finanziari prevedono uno sviluppo dell’attività economica nel 2013, mostrando un ottimismo pre-natalizio – commenta Wolfgang Franz, presidente dello Zew – Anche se il rallentamento dell’attività economica durerà fino all’inizio del 2013, la Germania non dovrà affrontare una recessione. Tuttavia, questo vale solo se la crisi della zona euro non peggiora ancora una volta”.