Borse: per Credit Suisse il rialzo dei tassi Bce favorirà i minerari, svantaggiati i pharma

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 08/04/2011 - 10:29
La decisione della Banca centrale europea di alzare i tassi di interesse di 0,25 punti all'1,25% favorirà i settori minerari, mentre i più svantaggiati saranno i farmaceutici. Lo suggerisce oggi Credit Suisse: "Saremo attenti sui titoli che presentano un alto leverage e un basso flusso di cassa (come Holcim, Eads e Casino). Dopo questo primo rialzo dei tassi il settore che meglio performerà sarà quello dei minerari, il peggiore sarà il pharma". Il broker svizzero conferma il suo giudizio underweight sull'Europa continentale, in quanto sottolinea come gli utili siano i più bassi di ogni altra regione e le valutazioni sulle azioni non siano convenienti. Tornando alla riunione della Bce di ieri, Credit Suisse commenta: "Il tono della conferenza stampa è stato aggressivo. E l'affermazione di Jean-Claude Trichet, presidente della Bce, di "monitorare molto da vicino" il rischio inflazione suggerisce che il prossimo ritocco sui tassi sarà a giungo".
COMMENTA LA NOTIZIA