1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse: avvio previsto in calo, tornano timori su crescita e mosse banche centrali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si prevede un avvio in calo per le Borse del Vecchio continente, Piazza Affari compresa, dopo il leggero guadagno di ieri e in scia ai ribassi di Wall Street. Gli investitori guardano con una certa preoccupazione all’evoluzione dell’economia globale in vista dei prossimi appuntamenti politici negli Stati Uniti e in Italia. Il rapporto del Fondo monetario internaizonale, diffuso ieri, ha evidenziato la precarietà della ripresa a otto anni dallo scoppio della crisi finanziaria globale. Lo spettro che la stagnazione persista, in particolare nelle economie avanzate, potrebbe alimentare ulteriormente i sentimenti populisti e le richieste di restrizioni su commercio e immigrazione.
Il mercato specula anche sulle indiscrezioni di Bloomberg di una riduzione progressiva degli acquisti di titoli da parte della Banca centrale europea prima della conclusione del quantitative easing, fissata a marzo 2017, al ritmo di 10 miliardi al mese. Francoforte ha però smentito l’indiscrezione, dicendo di non aver discusso di questi argomenti. Questa mattina i principali listini asiatici si muovono in ordine sparso.
Dal fronte macro oggi è il giorno degli indici che misurano il sentiment dei direttori degli acquisti (Pmi) del comparto servizi che, per quanto riguarda Eurolandia, è atteso stabile a 52,1 punti. Nella prima parte della giornata sarà pubblicato l’aggiornamento sulle vendite al dettaglio di Eurolandia mentre nella seconda spazio ai dati statunitensi su buste paga del settore privato, bilancia commerciale e ordini alle industrie. Intanto in Italia il Parlamento prosegue l’esame della Nota di aggiornamento al Def.