1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Borsa russa, per Bsi c’è da attendersi un recupero nonostante incertezza geopolitica -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La tendenza negativa dell’equity russo in generale potrebbe trovare una giustificazione dietro l’avvicinarsi della scadenza elettorale, con le elezioni presidenziali in programma a dicembre. A incidere negativamente sull’umore del mercato russo concorrono anche i timori per l’impatto dell’apprezzamento del rublo, la mancanza di trasparenza del mercato russo e la penalizzante fiscalità, i maggiori investimenti necessari ad ampliare o mantenere l’attuale capacità produttiva, oltre alle crescenti tensioni che la Russia ha provocato con i partner occidentali e dell’Europa Orientale (sfruttamento di Sakhalin-2, interruzione delle forniture ai paesi confinanti, irritazione per lo scudo spaziale proposto da Bush). “Tuttavia – mette in risalto Mandruzzato – la redditività del settore rimane superiore a quella degli omologhi mondiali: secondo le stime Ibes, la crescita degli utili a 12 mesi è stimata al 4,6% in Russia contro solo lo 0,8% per il settore a livello mondiale, anche se ciò è solo una parziale compensazione per la sottoperformance del 2006”. In conclusione, l’esperto di Bsi ritiene che grazie anche al permanere del petrolio su livelli elevati ci siano le condizioni per attendersi un recupero del settore Oil&Gas russo e con esso dell’intera borsa di Mosca, nonostante le incertezze di carattere geopolitica.