1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borsa Italiana: sul MOT il bond BEI a tasso fisso Step-up callable in Dollari Australiani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lo scorso 16 novembre ha preso il via l’offerta in Italia delle obbligazioni a tasso fisso Step-up callable in Dollaro Australiano (ISIN XS1515221064) emesse dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI). L’offerta, curata da Societe Generale in qualità di Relevant Dealer, si svolgerà per il tramite di diversi intermediari e reti di distribuzione e si concluderà il 6 dicembre 2016. La BEI ha il rating massimo attribuito dalle principali società di rating (AAA Standard & Poor’s, Aaa Moody’s e AAA Fitch). Le sue emissioni non sono soggette a bail-in e prevedono una fiscalità agevolata al 12,5%. Dalla data di emissione, l’obbligazione sarà quotata sul mercato MOT – segmento EuroMOT di Borsa Italiana. Sullo stesso segmento di mercato sono già quotate due obbligazioni a tasso fisso Step-up callable in Dollaro Statunitense emesse dalla Banca Europea per gli Investimenti, per le quali SG ha operato in qualità di Relevant Dealer.
Il bond BEI è denominato in Dollaro Australiano (AUD), ha una durata massima di 8 anni ed è caratterizzato da un flusso cedolare fisso di tipo Step Up, cioè con un tasso prestabilito e crescente dall’1,50% nel 2017 sino al 3,25% nel 2024. Alla data di scadenza, l’investitore riceverà il 100% del valore nominale (che è espresso in Dollari Australiani). Inoltre, a partire dal quinto anno, l’emittente può, a propria discrezione, rimborsare le obbligazioni e, in questo caso, l’investitore riceverà il 100% del valore nominale e la relativa cedola. Tale facoltà potrà essere esercitata in corrispondenza di qualsivoglia livello del tasso di cambio EUR/AUD, anche in caso di tasso sfavorevole per l’investitore.