1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borsa Italiana: Fullgoal AM sbarca in Italia con un ETF su reddito fisso onshore cinese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Debutto sul mercato italiano per Fullgoal Asset Management (HK) Limited che ha lanciato oggi il China Onshore Sovereign and Policy Bank Bond 1-10 Year Index ETF che offre agli investitori onshore esposizione al mercato del reddito fisso cinese. Si tratta del primo asset manager cinese a quotare un ETF in Borsa Italiana. Il Fondo ha l’obiettivo di replicare la performance dell’indice FTSE China Onshore Sovereign and Policy Bond 1-10 Year che è concepito per riflettere la performance delle obbligazioni denominate in RMB (CNY), emesse dal governo cinese, dalla China Development Bank, dall’Agricultural Development Bank of China, dall’Export-Import Bank of China e circolanti nella Cina continentale.
“Siamo soddisfatti di essere il primo asset manager cinese a quotare un ETF in Borsa Italiana. Il mercato del reddito fisso onshore cinese è il terzo maggiore mercato obbligazionario al mondo. Il nostro fondo offre agli investitori esteri una via d’accesso a un mercato altrimenti non facilmente accessibile. Riteniamo che nel corso del tempo il reddito fisso in renmimbi diventerà un’asset class essenziale per gli investitori globali”, ha commentato Michael Chow, Head of International Business e Managing Director per Fullgoal Asset Management (HK) Limited.
“Gli emittenti cinesi si stanno muovendo per raggiungere gli investitori europei e la scelta del mercato italiano conferma ETFplus come mercato di riferimento a livello internazionale per la quotazione degli ETF”, ha sottolineato Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana e Director dei Capital Markets del London Stock Exchenge Group. “Il debutto di oggi è di grande importanza – ha aggiunto Jerusalmi – perché ci consente di aggiungere all’offerta disponibile per agli investitori italiani una nuova asset class e le competenze di un asset manager globale con cui Borsa Italiana continuerà a collaborare per uno sviluppo sempre più internazionale del business”.