Borsa: Intermonte continua a preferire le società esposte all'economia globale

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 02/05/2012 - 12:11
Aprile non è stato uno dei mesi migliori per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha infatti azzerato i guadagni accumulati da inizio anno, pagando soprattutto il calo dei titoli finanziari e delle utilities. I timori sul mercato non sono mutati e riguardano il rallentamento globale dell'economia, il crescente rischio politico in Europa e la risalita degli spread (ad aprile lo spread Btp-Bund è aumentato di 60 punti base). "A fine febbraio avevamo adottato una view più cauta su finanziari e utilities o titoli esposti all'economia domestica sul timore principalmente di un peggioramento atteso dell'economia italiana", scrivono gli analisti di Intermonte nella nota odierna. Il broker sottolinea che la soluzione a questa nuova fase di risk off "non sia specifica all'Italia, ma dipenda in buona parte da decisioni a livello europeo sulla volontà di rilanciare la crescita". Intermonte, in sostanza, continua a preferire "le società esposte all'economia globale con utili in crescita e value stocks domestiche".
COMMENTA LA NOTIZIA