La Borsa di Sydney chiude con segno meno, deboli i minerari

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 09/12/2009 - 08:43
La Borsa di Sydney ha chiuso la seduta di oggi in calo per il quarto giorno consecutivo. A pesare sugli scambi sono stati i nuovi timori per il debito globale che rischia di mettere in ginocchio alcune economie e la debolezza dei prezzi delle commodity, che hanno messo sotto pressione i titoli energetici e minerari. Fra questi ultimi, Bhp Billiton ha ceduto l'1,22%, mentre la rivale Rio Tinto è scivolata dell'1,39%. L'indice della piazza azionaria australiana, l'S&P/Asx 200, ha lasciato sul parterre lo 0,7% attestandosi a quota 4637,9.
COMMENTA LA NOTIZIA