Bond Alitalia, Anima sgr rileva disparità di trattamento tra investitori

Inviato da Carlotta Scozzari il Mer, 22/04/2009 - 09:31
Anima sgr, fa sapere una nota, "accoglie con favore" la disponibilità manifestata dalla Presidenza del Consiglio a elevare le misure statali in favore degli obbligazionisti Alitalia. "Constatiamo - dichiara Alberto Foà, amministratore delegato della società attiva nell'asset management - che nella nota diramata dalla Presidenza del Consiglio permane il riferimento ai 'piccoli risparmiatori' e segnaliamo che la distinzione tra piccoli risparmiatori da una parte e grandi risparmiatori e investitori istituzionali dall'altra costituisce un precedente pericoloso, al di là del merito della questione Alitalia". Secondo Anima sgr, la disparità di trattamento fra i risparmiatori derivante dal limite di 100 mila euro al rimborso sulle obbligazioni Alitalia incluso nella proposta del Decreto incentivi, "appare tanto più grave in quanto non è proposta da un qualsiasi emittente privato, ma dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, per di più ope legis; il limite al rimborso sulle obbligazioni Alitalia apre la strada alla sistematica discriminazione degli investitori istituzionali rispetto ai risparmiatori fai-da-te nei possibili futuri casi di obbligazioni emesse da società o enti in situazione di procedure concorsuali o di default".
COMMENTA LA NOTIZIA