Bollettino Bce: riviste al ribasso stime Pil 2012 e 2013

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 09/08/2012 - 11:16
Revisione al ribasso delle previsioni di crescita dell'economia della zona euro per il 2012 e il 2013. Stando ai risultati della Survey of Professional Forecasters condotta dalla Banca centrale europea tra il 16 e il 19 luglio 2012, interpellando gli esperti di istituzioni finanziarie e non con sede nell'UE, le aspettative di crescita del Prodotto interno lordo (Pil) dell'eurozona per l'anno in corso sono ridotte lievemente di 0,1 punti percentuali a -0,3%, mentre per il 2013 sono diminuite sensibilmente, scendendo da +1% a +0,6%. "I principali fattori all'origine delle revisioni al ribasso sono l'intensificarsi delle misure di risanamento dei conti pubblici in alcuni paesi dell'area dell'euro e le accresciute incertezze circa la risoluzione della crisi del debito sovrano" si legge nel bollettino di agosto della Bce. Sostanzialmente invariate le stime sull'inflazione che si collocano al 2,3% per il 2012, e passano da +1,8% a +1,7% nel 2013. A tinte fosche le attese per il mercato occupazionale: il tasso di disoccupazione dovrebbe attestarsi all'11,2% nel corso di quest'anno (previsione passata all'11%), tasso all'11,4% nel 2013 dal 10,9% indicato in precedenza.
COMMENTA LA NOTIZIA